La Festa del Vi’ de Visciola di San Paolo di Jesi va in doppia cifra! Quella in programma il 18,19 e 20 ottobre sarà infatti la decima edizione della sagra più pazza e divertente dell’autunno in Vallesina. Immutati gli ingredienti che negli anni hanno decretato il successo: musica, comicità, prelibatezze nel piatto e tanto vino buono.

Tra le tante chicche in programma, vale la pena sottolineare lo show di Paolo Noise, dj, conduttore radiofonico e youtuber di successo, in programma il venerdì sera; i live di due gruppi mitici come i Sud Sound System e i Datura, nella serata di sabato, e lo spettacolo di cabaret di Gianluca Impastato (Colorado) la domenica pomeriggio. Il comico milanese sarà perfettamente a suo agio a San Paolo di Jesi, visto che uno dei suoi personaggi più amati dal pubblico è proprio un enologo che si chiama Chicco D’Oliva e che ha scritto un libro dal titolo “Che tracannata signori!”.

Ad accompagnare questi ed altri eventi saranno gli stand enogastronomici, che dispenseranno buonissimi piatti della tradizione marchigiana, e ovviamente tanti brindisi a base di Vi’ de Visciola.

A proposito del dolce nettare protagonista della festa, va segnalato che quest’anno raddoppia l’appuntamento con i tour nelle cantine: sabato pomeriggio a partire dalle 17 e domenica mattina dalle ore 10, con ritrovo e partenza da Piazza Domenico Ricci, per una passeggiata guidata tra le aziende di San Paolo che producono il Vino di Visciole secondo le rigide regole imposte dal disciplinare. Da quest’anno il giro si arricchisce anche con la visita ad un oleificio, giusto omaggio ad un’altra importante eccellenza del territorio. L’evento è gratuito: info e prenotazioni al numero 335/8154081.

Il pomeriggio di domenica sarà contrassegnato anche dall’altro grande appuntamento tradizionale di San Paolo di Jesi: la Cavata delle Zitelle, rievocazione storica che risale ad un lascito testamentario del XVIII secolo: due giovani donne del paese saranno estratte a sorte e riceveranno una dote in denaro che potranno ritirare dopo 9 mesi dal matrimonio. Le “zitelle” estratte, i cui nomi saranno proclamati dal sindaco, sfileranno per le vie del centro storico e faranno da madrine alla gara di pigiatura, altro momento clou della Festa.

L’ingresso alla manifestazione è sempre libero, inoltre, nei giorni di sabato e domenica sarà in funzione un comodo servizio di bus navetta che permetterà ai visitatori di raggiungere il centro in tutta comodità.